fbpx

Riabilitazione e Fisioterapia



Riabilitazione e Fisioterapia

La riabilitazione e la fisioterapia sono attività fondamentali ed imprescindibili per il corretto recupero del benessere fisico a seguito di una lesione o di una patologia a carico dell’apparato neuro-muscolo-scheletrico.

L’obiettivo è il ripristino dell’ottimale condizione di salute, così da permettere alla persona di recuperare la propria autonomia nelle attività quotidiane.

 

Problematiche che necessitano di un percorso di riabilitazione e fisioterapia sono:

 

  • Patologie in fase acuta e subacuta: lesioni ossee, tendinee, legamentose e muscolari avvenute entro 3-6 mesi trattate chirurgicamente o conservativamente (es. fratture ossee, lesioni dei legamenti del ginocchio – legamento crociato anteriore LCA e posteriore LCP e legamenti collaterali LCM e LCL), lesioni dei tendini della cuffia dei rotatori della spalla o del tendine d’Achille, protesi d’anca o ginocchio, lussazione di spalla e distorsioni di caviglia o ginocchio.

 

  • Patologie cronico-degenerative: patologie che perdurano da molto tempo (dai 6 mesi a molti anni). Il mancato trattamento tempestivo di disfunzioni muscolo scheletriche acute o sub-acute può portare alla cronicizzazione della patologia. È importante evitare che una patologia cronicizzi a causa del maggior tempo necessario alla sua risoluzione, ma è comunque fondamentale trattare la patologia cronica così da ridurre al massimo il suo impatto sulla vita quotidiana della persona ed evitare che peggiori. Un esempio di degenerazione è la rottura di tendine in seguito a tendinopatia infiammatoria cronica oppure l’impianto di una protesi articolare in seguito a degenerazione artrosica o artritica.

 

  • Patologie del rachide cervicale, toracico, lombare e sacrale (mal di schiena): il mal di schiena in ogni sua componente (cervicalgia, dorsalgia, lombalgia, sciatalgia e cruralgia) è una delle patologie più comuni che affligge la popolazione in ogni fascia di età. Le condizioni che sottostanno a queste disfunzioni sono molte: movimenti sbagliati e ripetitivi (lavori manuali pesanti, lunghi periodi passati in posizione seduta etc), disequilibri posturali e/o muscolari, sforzi eccessivi ed abitudini scorrette (mantenimento di posizioni sbagliate a letto o al lavoro). Da queste condizioni viziose possono derivare le cause meccaniche delle patologie del rachide come: ernie, protrusioni, contratture o spasmi della muscolatura paravertebrale, artrosi e malformazioni vertebrali. Tutte queste cause instaurano un circolo vizioso che porta a dolore, limitazioni di movimento, impotenza funzionale (deficit di forza o sensibilità) che hanno un impatto negativo e doloroso sullo svolgimento delle attività della vita di tutti i giorni. Il trattamento di queste condizioni in fase iniziale, avanzata o di prevenzione è fondamentale per ridurre il dolore e l’impotenza funzionale nel minor tempo e nel modo più efficace possibile ed evitare che queste condizioni si ripropongano in futuro.

 

La fisioterapia quindi, attraverso il corretto recupero della condizione fisica, permette alla persona di riacquisire la propria autonomia nelle attività quotidiane.

Questo è possibile attraverso:

  • Il controllo del dolore e dell’infiammazione
  • Il recupero dell’articolarità e degli schemi motori
  • Il recupero della forza e della resistenza muscolare
  • Il recupero dell’equilibrio e della coordinazione
  • Il recupero della gestualità specifica

 

Durata: 45-60 minuti

Controindicazioni: nessuna